19/01/2019
"Cercate di essere veramente giusti"
Si celebrerà sabato 19 gennaio prossimo, alle ore 19, presso la chiesa della Madonna del Suffragio la preghiera per l’unità dei cristiani, che ormai da molti anni vede impegnate insieme le diverse chiese cristiane, cattolici, ortodossi e riformati. La data tradizionale per la celebrazione della settimana va dal 18 al 25 gennaio, nella convinzione della necessità di un impegno comune, perché le diverse comunità che si sono divise per motivi storici possano tornare unite, pregare insieme e vivere la stessa fede. Per questo abbiamo voluto approfondire alcune questioni con don Maurilio Guasco (nel tondo, a destra).

Don Maurilio, che cos’è l’ecumenismo?
«Il termine ecumenismo, o “movimento ecumenico”, indica le attività e iniziative organizzate dalle chiese cristiane per promuovere l’unità dei cristiani, dopo le divisioni verificatesi con le chiese orientali nell’XI secolo e nelle chiese occidentali nel corso del XVI secolo. Il 1910 può essere considerata la data di nascita del movimento ecumenico. Circa 1200 delegati delle chiese cristiane si ritrovarono a Edimburgo; erano presenti anche delegati delle chiese africane e asiatiche. Uno di questi disse, rivolgendosi ai rappresentanti delle chiese europee: “Ci avete inviato dei missionari che ci hanno fatto conoscere Cristo, e ve ne siamo grati. Ma ci avete anche portato le vostre divisioni. Vi domandiamo di predicarci il Vangelo e di lasciare a Gesù Cristo stesso di suscitare in seno ai nostri popoli per mezzo dell’azione del suo Spirito Santo la chiesa conforme alle sue esigenze, conforme anche al genio della nostra razza… libera da tutti gli “ismi” che voi aggiungete alla predicazione del Vangelo tra di noi”. Forse quella dichiarazione costituì la scintilla che mise in moto un movimento [...]

Leggi il resto dell'articolo su  http://lavocealessandrina.it
-

-