21/11/2018
Dalle comunità alle community ...e viceversa!

Il corso di formazione per i laici impegnati nelle comunità, per gli animatori della comunicazione e della cultura, per i sacerdoti, i giornalisti e per tutti gli amanti e i curiosi della comunicazione, si svolgerà nelle date del 13, 21 e 27 novembre presso il Collegio universitario Santa Chiara.

Il percorso è gratuito e aperto a tutti.

Iscrizioni:
http://bit.ly/formazioneCS2018


Altre info:
Le “Storie che animano le comunità” sono il filo conduttore dei tre incontri del percorso durante il quale cercheremo di affrontare il tema ponendoci tre domande: cosa raccontare, come raccontare e perché raccontare. Ci aiuteranno professionisti, giornalisti, comunicatori e alcuni direttori delle testate giornalistiche che con il nostro vescovo Guido proveranno a raccontarci quali sono le esigenze del comunicare.

Il primo incontro, martedì 13 novembre, è dedicato al “Cosa raccontare?”. Saranno con noi: il giornalista Sandro Bocchio di Tuttosport, che ci aiuterà a capire quali storie raccontare, tra le tante, delle società sportive dei nostri oratori; il comunicatore Sergio Vazzoler di Amapola, che parlerà delle storie aziendali incontrate nel suo lavoro e Andrea Antonuccio, direttore de La Voce Alessandrina, che attraverso lo strumento delle interviste ci racconterà di come si parla della “persona” oltre che del personaggio.

Nell'incontro di mercoledì 21 novembre, il secondo del percorso, i direttori di  Radiogold, Alessandrianews, CorriereAl, La Voce Alessandrina e de Il Piccolo alla presenza del nostro vescovo, ci aiuteranno a comprendere il "Perché raccontare?", cosa ci spinge a comunicare e come mantenere coerente il lavoro con la missione dei comunicatori. 

La terza parte di martedì 27 novembre è dedicata alla pratica, "Come comunicare" attraverso alcuni laboratori dedicati a quattro strumenti: il giornale con Andrea Antonuccio, i siti e i social con Elena Rossi, il video con Lucio Laugelli e le foto con Paolo Bernardotti, quattro professionisti a disposizione dei partecipanti per approfondire tecniche e nuove possibilità.
 
-

-